Genoa Gaming City

19.06.2017

Genoa Responsive City

Gaming e Partecipazione

Docente: Areti Markopoulou

Assistenti: Andrea Quartara, Marco Ingrassia

Se la struttura fisica e l’immagine della città sono sempre state basate sulle tecnologie di produzione, comunicazione e rappresentazione, come avviene il processo di comunicazione?

Progettiamo ancora per le persone, come abbiamo imparato a fare, e consideriamo le tecnologie come una possibilità per progettare in modo più ottimizzato. Allo stesso tempo, i tradizionali limiti di come integrare più attivamente cittadini e comunità nella progettazione dei loro spazi stanno iniziando a essere vanificati da nuovi strumenti di progettazione, interfacce altamente interattive e processi intuitivi

Quali sono i protocolli di progettazione, che consentono la pianificazione di un organismo urbano reattivo, in grado di adattarsi e / o interagire con i suoi abitanti? Possiamo attuare tale interazione sin dai primi passi del design dello spazio urbano e costruito? Possiamo utilizzare le tecnologie di risposta e di gioco per ripensare i processi partecipativi sulla progettazione con le persone?

Il workshop rivendica un ruolo attivo sia per gli architetti che per gli utenti come co-progettisti di nuove relazioni, comportamenti e operazioni urbane attraverso tecnologie reattive e di gioco. Le sessioni si concentreranno sullo sviluppo e la comprensione di come il gioco può diventare uno strumento per il designer per condividere e valutare il processo di progettazione attraverso il feedback degli utenti.

Il caso studio del workshop è la Caserma Gavoglio, con l’aiuto  delle associazioni che in passato hanno lavorato al processo partecipativo, che ha portato a linee guida interessanti per la futura rigenerazione dell’area, ovvero:

– nessun nuovo volume

– demolizioni parziali consentite

– e collegamenti trasversali con un parco urbano con attività incorporate quali:

impianti sportivi

cinema all’aperto

orti urbani

spazi della comunità

All’interno del seminario sarà utilizzato l’interfaccia del gioco Superbarrio sviluppato dallo IAAC a Barcellona. Gli studenti utilizzeranno l’interfaccia del gioco durante un esperimento online chiedendo ai residenti e agli utenti dell’area di Caserma Cavoglio di giocare e interagire con esso. Le strategie finali e le visualizzazioni dei dati saranno al centro del seminario che raccoglierà il feedback degli utenti al fine di mappare una serie di proposte, che rifletteranno il desiderio medio degli utenti per la progettazione del loro spazio pubblico.